Passa ai contenuti principali

I baci non sono mai troppi




TITOLO: I baci non sono mai troppi
AUTORE: Raquel Martos
GENERE: Romanzo
PREZZO:  8,50 euro
PREZZO EBOOK: 5,99 euro
CASA EDITRICE: Feltrinelli

TRAMA
Questa storia, che non parla di principi azzurri e principesse, inizia in Spagna molti anni fa, quando la tv era ancora in bianco e nero, le bambine ballavano con l'hula-hoop e bastava uscire a mangiare un panino per vivere una grande avventura. Un giorno, a scuola, Lucía conosce Eva. Spavalda, coraggiosa e indomita come i suoi capelli la prima. Timida, riflessiva e avida divoratrice di fagiolini crudi la seconda. Hanno entrambe solo sette anni, ma fin dal primo momento diventano amiche per la pelle.
Condivideranno sogni, segreti sussurrati all'orecchio perché il ragazzino accanto non senta che si parla di lui, conquiste e delusioni, in un rapporto fatto di complicità e mille risate, tanto travolgenti e rumorose da attirare sempre i rimproveri degli adulti.
Finché un litigio le separerà.
Anni dopo il caso le fa ritrovare all'aeroporto di Madrid. Lucía, single, è il perfetto prototipo della manager in carriera. Eva, dopo aver rinunciato al teatro per dedicarsi alla famiglia, si barcamena tra la fine del suo matrimonio e la figlia Lola, una piccola pirata di cinque anni. Nonostante i vecchi conflitti, l'amicizia di un tempo è ancora viva, come e più di prima. Ma Lucía non può immaginare che Eva sta per chiederle il favore più importante della sua esistenza.
Una storia che ci ricorda che esistono legami unici e speciali che nemmeno il tempo e la distanza riescono a intaccare.

RECENSIONE
C’erano una volta Idgie e Ruth, protagoniste del libro “Pomodori verdi fritti alla fermata del Whistle Stop Café”: amiche, amanti e indivisibili anche dopo la morte.
E oggi, grazie alla penna geniale di Raquel Martos, ci sono altre due amiche che sono come sorelle: Lucía ed Eva.
Il libro si muove fra passato e presente, lasciandoci comprendere pagina dopo pagina le vicende che hanno costellato le vite delle protagoniste fino al maledetto giorno in cui le loro strade si sono separate.
Uno di quei litigi che vengono ingigantiti dai sentimenti, dalle contingenze e che portano ad una lunga, dolorosa separazione. Qualcosa che è capitato a tutti noi, come quando la tua amica storica ti molla perché non sei abbastanza figa per i suoi standard.
Va bene, scusate, sono scivolata nel personale.
Torniamo al libro, a quando giunge l’inatteso: la sorte fa incontrare ancora Eva e Lucía e non le farà più separare, cambiando per sempre la loro esistenza.
Perché l’amicizia è come l’amore, è come i baci del titolo del libro: non sono mai troppi.
La scrittura di Raquel Martos è semplice e chiara, spesso ricca di un sottile umorismo che non guasta mai e richiama Almodovar.
Nonostante sia scritto a due voci, quindi con due pov diversi, non risulta pesante.
All’autrice non servono grandi parole o descrizioni ampollose per raccontare le gioie e i dolori delle protagoniste: la storia è coinvolgente così com’è stata scritta, arriva dritta al cuore del lettore e lo emoziona fino alle lacrime.

“Ti voglio bene fino al soffitto.”
“E io fino alla cima degli alberi.”

GIUDIZIO
Da leggere con un bel gelato Magnum e il cellulare staccato!

Commenti

  1. bella recensione fresca, anche personale, e soprattutto che mi fa incuriosire tantissimo: che favore dovrà mai chiederle?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se te lo dico spoilero di brutto il libro!
      Però leggilo, ne vale la pena.
      Un abbraccio e grazie!!!!

      Elimina

Posta un commento

Larga la foglia, stretta la via: dite la vostra che ho detto la mia.

Post popolari in questo blog

A presto!

Nel tuo nome